} $(window).on("scroll touchmove", function() { $("#cc-cookies").css({"position": "relative"}, $(document).scrollTop() > 32); }); Provincia di Oristano | Quattro interventi strategici della Provincia nel Piano regionale delle opere pubbliche. Finanziamenti per oltre 17 milioni di euro
Logo della Provincia di Oristano

Provincia di Oristano - sito web ufficiale

Quattro interventi strategici della Provincia nel Piano regionale delle opere pubbliche. Finanziamenti per oltre 17 milioni di euro

17/05/2015  -  Tematiche: Viabilità

La Giunta Regionale ha inserito nel Piano delle Opere ed infrastrutture di competenza ed interesse regionale alcune opere infrastrutturali che riguardano direttamente la Provincia di Oristano, per un totale di 17 milioni e 500 mila euro di lavori in delega. La delibera che adotta il Piano regionale è la n. 22/1 dello scorso 7 maggio.

Il Piano regionale delle infrastrutture è stato adottato per effetto della Legge regionale 9 marzo 2015, n. 5, art. 4 e art. 5, comma 13, con la quale il Consiglio Regionale ha contratto un maxi mutuo quinquennale di oltre 700 milioni di euro, per la realizzazione di opere pubbliche, articolate e ripartite in diversi settori d’intervento pubblico.

“Le nostre richieste erano diverse, ma è un risultato positivo che ben quattro opere siano rientrate nel piano regionale – ha specificato l’assessore alla viabilità, Gianni Pia – interventi che abbiamo sostenuto con la presentazione di numerose schede e relazioni che hanno permesso di farle considerare opere d’interesse strategico, finanziate dalla Regione”

Nel dettaglio, questi sono gli interventi inseriti nel piano e finanziati:

PROVINCIA DI ORISTANO (intervento i.62)
Ponte SP 9. Sez. 17 sul Rio Mare Foghe - Zeddiani Mitigazione del rischio idrogeologico (in delega)
Finanziamento complessivo: euro 2.500.000,00
2017 = 375.000,00
2018 = 1.500.000,00
2019 = 375.000,00

PROVINCIA DI ORISTANO (intervento - a.19)
Completamento circonvallazione Nord-Ovest di Oristano OR Viabilità rete secondaria (Mutuo Atto convenzionale)
Finanziamento complessivo: euro 6.000.000,00
2015 = 600.000,00
2016 = 900.000,00
2017 = 900.000,00
2018 = 900.000,00
2019 = 2.700.000,00

 

PROVINCIA DI ORISTANO (intervento - a.20)
Miglioramento della viabilità di Oristano – Cabras – San Giovanni di Sinis OR - Viabilità rete secondaria (Mutuo Atto convenzionale)
Finanziamento complessivo: euro 4.000.000,00
2015 = 400.000,00
2016 = 600.000,00
2017 = 600.000,00
2018 = 600.000,00
2019 = 1.800.000,00

PROVINCIA DI ORISTANO (intervento - a.21)
Collegamento Gonnostramatza-S.S. 131. Adeguamento e messa in sicurezza OR - Viabilità rete secondaria (Mutuo Atto convenzionale)
Finanziamento complessivo: euro 5.000.000,00
2015 = 500.000,00
2016 = 750.000,00
2017 = 750.000,00
2018 = 750.000,00
2019 = 2.250.000,00

“Pur soddisfatto per il riconoscimento strategico delle opere e del finanziamento – ha sottolineato Pia – ritengo che una ripartizione degli interventi così suddivisi e parcellizzati negli anni, costringerà ad impegnare le risorse soltanto in riferimento all’anno di competenza del finanziamento, con l’aggravio dei limiti imposti alla spesa sugli investimenti imposta dal patto di stabilità sempre più stringente. Non solo, ma costringendo anche i beneficiari a fare mini interventi, suddivisi in lotti più o meno funzionali, mandati in appalto con il conseguente impegno di risorse entro l’anno successivo dalla data del decreto di attribuzione delle stesse risorse o dalla firma della convenzione. Una procedura che si dovrà ripetere per forza per ogni annualità programmata, perché nello schema di convenzione, allegata alla delibera regionale, non viene assolutamente prevista la possibilità che la Regione anticipi e autorizzi l’intero intervento in un'unica soluzione, cosa che consentirebbe un’ottimale economia di scala”.

“Insomma – conclude Pia - ne scaturirà, inevitabilmente, che un opera che poteva essere finanziata in un'unica previsione con l’individuazione di un'unica annualità, dotata delle risorse nella sua interezza e quindi realizzata con un unico intervento, sarà, invece inevitabilmente diluita in diversi interventi o lotti, con aggravio di costi, di tempi, di burocrazia e quindi con la fruizione dell’opera stessa rinviata ad un periodo medio lungo”